Poesie

La magia del Natale si trasforma in un tripudio di suoni e colori, da destinare a un pubblico sempre più vasto che decide per il giorno più importante dell’anno di lasciarsi andare a sogni e desideri, in un contesto di estrema euforia e tanto buon romanticismo.

Il Natale comprende tutta una serie di meccanismi ideati allo scopo di immagazzinare quante più attività possibili, e ricercare le tradizioni e le consuetudini più remote al fine di ingigantire in forme e impressioni ciò che si ricorda essere la ricorrenza più antica mai celebrata!

Tra favole e fiabe, canti e liturgie, figurano anche meravigliose poesie che esprimono il largo consenso di un evento apprezzato da tutti e disposto ad allietare anche i cuori più indocili, da recitare in strofe o in prosa, o da canticchiare secondo canzonette di stampo prettamente giovanile. Molti sono stati gli artisti che si sono cimentati in un gesto di profonda umanità e benevolenza, lanciando un lieve messaggio d’amore che si sostanzia in una delicata poesia di Natale!

Ma non c’è bisogno di avanzare con parole affettate e pensieri filosofici, ciò che conta è sapere esprimere un autentico senso comune o personale sul Natale, che renda omaggio alla festa di tutti e per tutti.

Anche i bambini, quindi, potranno allegramente comporre un brano da recitare la notte della Vigilia o durante il pranzo del 25, per addolcire chi sta ascoltando ma anche per lasciare, a modo proprio, il segno di un evento che ha contribuito a uno dei momenti più belli della loro piccola giovinezza!

Di seguito riportiamo alcune delle più significative poesie sul Natale, elaborate da alcuni dei maggiori grandi scrittori italiani e stranieri:

A Gesù Bambino      di Umberto Saba

La notte è scesa
e brilla la cometa
che ha segnato il cammino.
Sono davanti a Te, Santo Bambino!
Tu, Re dell’universo,
ci hai insegnato
che tutte le creature sono uguali,
che le distingue solo la bontà,
tesoro immenso, dato al povero e al ricco.
Gesù, fa’ ch’io sia buono,
che in cuore non abbia che dolcezza.
Fa’ che il tuo dono
s’accresca in me ogni giorno
e intorno lo diffonda,
nel Tuo nome

Presepio      di Guido Gozzano

La pecorina di gesso,
sulla collina di cartone,
chiede umilmente permesso,
ai Magi in adorazione.
Splende come acqua marina,
il lago freddo e un po’ tetro,
chiuso fra la borracina,
verde illusione di vetro.
C’è accanto a Gesù Bambino,
un bue giallo, un nero ciuchino.

NATALE SULLA TERRA di Arthur Rimbaud

Dallo stesso deserto, nella stessa notte, sempre i miei occhi stanchi si destano alla stella d’argento, sempre, senza che si commuovano i Re della vita, i tre magi, cuore, anima, spirito.

Quando ce ne andremo di là dalle rive e dai monti, a salutare la nascita del nuovo lavoro, la saggezza nuova, la fuga dei tiranni e dei demoni, la fine della superstizione, ad adorare – per primi! – Natale sulla terra!

UNA STELLA SULLA STRADA DI BETLEMME di Boris Pasternak

Era inverno e soffiava il vento della steppa.
Freddo aveva il neonato nella grotta
sul pendio del colle.
l’alito del bue lo riscaldava.
Animali domestici stavano nella grotta.

Sulla culla vagava un tiepido vapore.
Dalle rupi guardavano
assonnati i pastori
gli spazi della mezzanotte.

E li accanto, sconosciuta prima d’allora,
più modesta di un lucignolo
alla finestrella di un capanno,
tremava una stella
sulla strada di Betlemme.


...E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento