Dolci

A  Natale si respira aria di festa ma anche di dolcezza, grazie alle leccornie tradizionali partorite dalla mente e dall’esperienza di pasticceri e massaie esperte, ansiosi di plasmare ancora una volta quelle ricette popolari che si traducono in un passaparola epico generazionale.

I dolci tipici del Natale scaturiscono da antiche consuetudini popolari, riferendo attraverso zucchero e lievito tutta l’energia e la creatività di un volgo che disponeva di ben pochi ingredienti per creare gustosi manicaretti a prezzi più che ragionevoli.

Con il passare del tempo i sapori si sono arricchiti e le pietanze valorizzate, consentendo la creazione di quelle prelibatezze divine che oggi noi tutti conosciamo e assaporiamo, soprattutto nell’attesa di celebrare ricorrenze importanti come il Natale. Il dolce natalizio per antonomasia è di certo il panettone, la cui storia si perde nei meandri delle leggende milanesi: qui un giovane nobile, innamoratosi della figlia di un panettiere ma ostacolato per ragioni di rango dalla famiglia decise di aiutare la giovane facendosi assumere nella bottega paterna.

Poiché le condizioni finanziarie erano critiche, intuì che poteva modificare il pane venduto con ingredienti più raffinati come burro e zucchero, tanto da consentire una crescita della domanda, giacché in tutta la città non si faceva altro che parlare del “Pane di Toni”!

Simile di aspetto e consistenza il pandoro conserva un altrettanto colorito natalizio, il celebre Pane D’oro ideato dai veronesi che può essere farcito in mille modi: ma non dimentichiamo il torrone, introdotto dai veneziani, a base di miele e mandorle, che può essere servito duro oppure morbido, e gli struffoli o i roccocò, di origine napoletana che serbano in sé aromi agrumati e sfumature speziate.. ad ogni regione va il suo dolce tradizionale, per festeggiare egregiamente il giorno di Natale con i profumi e i sapori di una grande artigianalità culinaria!


...E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento