Albero di Natale

Per il prossimo Natale non rinunciare ad adornare il classico albero delle feste, simbolo di letizia e allegria, sotto cui apporre i consueti doni che la tradizione attribuisce al nordico Babbo Natale.

L’albero di Natale rappresenta un abete decorato che sin dal XIX secolo popola le case dei cittadini nell’ultimo periodo dell’anno, anche se tradizioni più arcaiche lo associano a rappresentazioni religiose lontane, ad esempio nei culti pagani del Nord Europa o nelle dottrine indiane dove l’albero era conoscitore di vita e di morte.

Ben presto anche nella religione cattolica l’albero fece il suo ingresso, precisamente nel Medioevo allorché nelle chiese veniva celebrato il Santo Natale mediante una rappresentazione del Paradiso Terrestre, anche se all’epoca si utilizzavano solo alberi da frutto.

Ma il vero albero decorato nasce in Alsazia nel XVII secolo, dove per la prima volta si assiste all’addobbo dell’abete con fiori di carta, frutta fresca e candeline accese apposte su ogni ramo per conferire maestosità alla fisionomia della pianta.

Oggigiorno, per ovvi motivi, le candeline e la frutta hanno lasciato il posto a ornamenti più duraturi, perciò si prediligono fili di luci colorate proposti dal mercato secondo varie grandezze ed estensioni: è possibile sceglierle a intermittenza o fisse, accompagnate da un simpatico ritmo natalizio, inoltre possono essere bianche o colorate, di varie forme e misure.

Le luci dovranno avvolgere l’albero per intero, che dal suo canto si presta sotto ogni ampiezza e materiale: infatti c’è chi non rinuncia a procurarsi un abete vero, ma è possibile acquistare anche un albero ecologico, da montare ogni anno, sempre pronto ad elargire gioia e felicità!

A completare l’abete si possono scegliere palline colorate e festoni luccicanti, nastri colorati e l’immancabile punta sulla sommità, tripudio di un nuovo Natale da trascorrere in famiglia!

Alberi di Natale illuminati


...E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento